In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Mille parole d'amore

 
mille-parole
In uscita con Piemme per San Valentino, l'ultimo romanzo di Elisabetta Rossi parla d'amore, ma non solo.
Per saperne di più, abbiamo rivolto qualche domanda all'autrice.











Mille parole d'amore, il titolo è già un programma e anche la data d'uscita – il giorno di San Valentino- sembra lasciare pochi dubbi sull'argomento trattato nell'ultimo romanzo di Elisabetta Rossi. Scrittrice versatile, spazia dal genere romantico al giallo, riuscendo sempre a stupire piacevolmente i suoi lettori. E, ne siamo certi, lo farà anche con questo nuovo libro, edito da Piemme, dove, per sopravvivere, la protagonista deve “rimettersi in gioco”.

Per saperne di più, abbiamo rivolto qualche domanda all'autrice.

D. Dalla data dell'uscita, San Valentino, si intuisce che il protagonista del tuo romanzo è l'amore. E' proprio così?
R. Amore, ma anche sofferenza per un tradimento, tanto che la protagonista non si lascerà coinvolgere in un altro elisabetta-rossi rapporto con tanta facilità. Quando si è feriti profondamente, è difficile trovare il coraggio di rimettersi in gioco, complici una forte paura e la scarsa fiducia nei confronti di un'altra persona.

D. Perché hai ambientato la tua storia a Monaco?
R. Mi piace, ci sono stata più di una volta e vorrei tornarci presto. La trovo vivibile, ma soprattutto adatta per ricominciare una vita, quello che poi farà la protagonista del mio romanzo.

D.Nella tua ampia bibliografia vi sono svariati generi, ma tu sembri privilegiare quello che viene definito “rosa”, perché?
R. La mia prima pubblicazione è stato un racconto “rosa” e ogni tanto mi piace tornare a far sognare i miei lettori, con la presunzione di farli evadere dalla routine giornaliera e magari al termine della lettura regalare loro un sorriso.

D. E per finire, quando prevedi un ritorno dell'ispettore Barbieri?
R. L'ispettore e Alessandro, quest'ultimo credo sia il personaggio che ho amato di più nei miei gialli. Controverso, misterioso, determinato, anche se terribilmente sofferente per la sua malattia.
Mi piace soprattutto la fredda lucidità con la quale risolve i
cold case che l'ispettore Barbieri gli sottopone.
Ma soprattutto ho voluto raccontare aspetti delicati della nostra società che a volte non vengono trattati a dovere, come il femminicidio.
Ho in mente tanti progetti, ma anche nuove prospettive di collaborazioni e non so come procederà il mio percorso professionale, ma non escludo in futuro di scrivere un nuovo episodio di
Cronaca di un omicidio.


Se desiderate farvi un'idea della bibliografia di Elisabetta Rossi, potete visitare la sua pagina in Autrici&Autori.
Ed ora non vi rimane che leggere la sinossi del romanzo e... aspettare che arrivi in libreria.

Marinella Zetti


 

 

 

 

SINOSSI

Quando decide di partire per Monaco e di costruirsi un futuro diverso, Tosca si è lasciata alle spalle un ex fidanzato e una ex migliore amica infedeli. Trovarli nel letto assieme è stato un colpo durissimo e ora superare la delusione non è facile. Per Tosca è il momento di ributtarsi nella mischia. In un nuovo paese, con un nuovo lavoro e magari chissà, un nuovo amore. Niente di meglio allora per dimenticare il passato che un incontro imprevisto ed emozionante con un uomo bello, affascinante, misterioso e incredibilmente romantico come Michael. Eppure, nonostante l’irresistibile principe azzurro, le cose non filano lisce come Tosca desidera. Ci vorranno una vera amica e una buona dose di sincerità per ridare a Tosca la fiducia necessaria a ricominciare a credere nell’amore. Perché non sempre i sogni sono troppo belli per essere veri.

 

Mille parole d'amore
di Elisabetta Rossi
Edizioni Piemme
In formato digitale


 

 




Share

Commenti   

 
+1 #1 Claudia 2014-02-03 23:04
Sono sicura che anche questa volta l'autrice ci farà arrivare alla fine del romanzo con un sorriso sulle labbra ma con il rammarico che la storia sia finita! Come del resto mi accade con tutti i suoi romanzi sia "rosa" che "gialli". Spero che lo scriva un altro episodio di "Cronaca di un omicidio", lo aspettiamo! Buon lavoro Elisabetta! :-)
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Martedi, 21 Novembre 2017 05:22:03

 

Anatomia-slogan265

vai

 

editoria-digitale
vai →

 

 

aEa

vai

free-ebook

vai 

 

 

I blog di LO

Esegui Login o registrati




 


siamo qui grazie a :
AGISLAB-MI 
 


MarinaMayer sett2012

Il Blog di Marina Mayer
vai → 

La Profezia della Stella  

 

 


Pensieri che condividiamo
Wilde-pensieri 
 Non esistono libri morali o immorali. 
I libri sono scritti bene o scritti male. 
Questo è tutto.
Altri...    —leggi 

 


Save the Children
save-the-children 
 Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno