In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Chiara Simonelli

Leggere,
secondo Chiara Simonelli

a cura di Marinella Zetti

D. Nel suo famoso Decalogo, al terzo posto, Daniel Pennac sancisce il diritto del lettore a “non finire il libro” : tu hai seguito questo consiglio? Se sì, con quale libro e perché?
R. E’ davvero un buon consiglio. L’ho seguito diverse volte e forse il caso più sconcertante riguarda Il nome della rosa di Eco. Gli amici mi dicevano di insistere e che era meraviglioso. Personalmente mi annoiava mortalmente. Stesso esito anche per l’Ulisse di Joyce (...)


D. Qual è il libro che più hai amato?
R. Il manoscritto trovato a Saragozza, ad esempio, mi affascinò molto quando lo lessi! Il signore delle mosche di William Golding è assolutamente bello e inquietante. Recentemente ho letto La storia di Gordon Pym di Edgar Allan Poe...sono libri di persone molto intuitive e geniali nella loro visione dell’animo umano; inoltre sono scritti molto bene.
 


D. Cosa cerchi in un libro? Cosa attira di più la tua attenzione: la copertina, il titolo, l’autore, la bandella con la storia?
R. Sono francamente onnivora e leggo davvero di tutto. Non mi oriento sul titolo ma sulla tematica e un po’ sugli autori a cui magari mi affeziono. Shakespeare, ad esempio, mi piace tutto...e se poi è tradotto da Quasimodo è anche meglio. I libri sono come gli amici veri: ti aiutano a pensare, a vedere realtà inesplorate o la realtà di sempre in una luce diversa, sono testimonianze di gioia e di dolore che mi hanno arricchita e accompagnata. Ne ho un numero imprecisato con cui ho riempito casa e studio. Li regalo e li porto con me in vacanza, non per distrarmi ma per concentrarmi su qualche tema che mi attrae e che cerco di capire meglio...
 


Chi è Chiara Simonelli:
Docente di Psicologia e psicopatologia del comportamento sessuale dell'Università degli Studi "La Sapienza" di Roma, direttore dell'Istituto di Sessuologia Clinica, Chiara Simonelli ha pubblicato oltre cento tra saggi in volumi collettanei e articoli su riviste scientifiche nazionali e internazionali, in particolare per il volume Psicologia e Aids, ha ricevuto il Premio della Cultura del Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per l'Informazione e l'Editoria.

Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Mercoledi, 24 Maggio 2017 15:43:00

 

Anatomia-slogan265

vai

 

editoria-digitale
vai →

 

 

aEa

vai

free-ebook

vai 

 

 

I blog di LO

Esegui Login o registrati




 


siamo qui grazie a :
AGISLAB-MI 
 


MarinaMayer sett2012

Il Blog di Marina Mayer
vai → 

La Profezia della Stella  

 

 


Pensieri che condividiamo
Wilde-pensieri 
 Non esistono libri morali o immorali. 
I libri sono scritti bene o scritti male. 
Questo è tutto.
Altri...    —leggi 

 


Save the Children
save-the-children 
 Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 

 




FacebookTwitterLinkedIn