In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Vinca il migliore, Amazon & co.

 

amazonL’azienda di Jeff Bezos ha provocato uno Tsunami nel mondo editoriale italiano, creando molto invidia. Dopo cinque anni c’è chi ancora la considera satana.



 

Dal 2012 Amazon è anche sulla bocca degli italiani, via via crescendo.
Seppure io ne sentii parlare per la prima volta nel “lontano” 1997. La voce di corridoio si lamentava che questo “portento” amazon3non fosse ancora arrivato in Italia…
P
erò, come spesso accade, al crescere della fama è aumentata l’invidia e quindi gli attacchi all’azienda di Seattle. Prima si disse che avrebbe portato alla chiusura delle librerie, poi fu accusato di creare un Trust, poi divenne la personificazione stessa di Satana. Quest’ultima accusa nacque con la svolta data da Amazon: consentire l’accesso agli autori Self, gli auto-pubblicati, conosciuti anche come autori indie. Da quel momento ebbe inizio una vera e propria rivoluzione.
I lettori potevano leggere indipendentemente da quanto veniva pubblicato dalle case editrici, e gli autori potevano avere un pubblico, far conoscere il proprio lavoro, verificarne il valore grazie alle “recensioni” che ricevevano. Autori blasonati messi in classifica insieme ad esordienti, senza alcuna sperequazione... In più gli autori che lo desideravano potevano offrire in lettura gratuita i loro libri.
Uno scossone all’immobilismo editoriale? Un terremoto con Tsunami!


amazon4
Ora ciò che non si può avversare, la novità che spopola, o la si cancella o la si imita. Visto che la prima opzione non era praticabile diversi soggetti si sono messi a copiare il percorso tracciato da Amazon, realizzando siti Web per la vendita online di “libri ed e-book”.

Uno, due, tre anni di tentativi, qualche necessario restyling e poi… Niente! Neppure l’ombra di ciò che si voleva imitare. Dove ci sono delle classifiche, manca un aggiornamento costante delle stesse. Là dove è possibile inserire una propria recensione, essa compare come una mosca bianca in un’assoluta desolazione. Se si è un autore Indie, poi, peggio che andar di notte.
E allora?
Allora si torna ad Amazon e, purtroppo, al suo formato Mobi, che per quanto riguarda gli e-book ti impone di avere un e-reader Kindle o comunque di istallare sul tuo Pc/Tablet il programma di lettura omonimo. Quando Amazon si renderà conto di aver stravinto sui possibili competitor, allora forse consentirà ai suoi lettori di scaricare i suoi e-book anche nello splendido (e universale) formato epub, nel frattempo si occupa di insalate e bistecche, ampliando la sua offerta di vendita online oltre l’inimmaginabile. Cerchi qualcosa di introvabile? Ora non è più un problema, basta ordinarlo su Amazon e mettersi comodi in poltrona: arriverà con corriere fino alla soglia di casa tua. E se c’è una complicazione, efficientissimi ragazzi la risolveranno grazie a uno dei più efficienti e gentili call center che io abbia mai contattato.

                                     amazon1

Quindi dopo circa cinque anni di valutazioni, di pro e contro, non resta che dire: ce ne vorrebbero di Amazon, uno e centomila!
Marina Mayer

 

 

 

 

 

Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Martedi, 12 Dicembre 2017 19:12:28

 

Anatomia-slogan265

vai

 

editoria-digitale
vai →

 

 

aEa

vai

free-ebook

vai 

 

 

I blog di LO

Esegui Login o registrati




 


siamo qui grazie a :
AGISLAB-MI 
 


MarinaMayer sett2012

Il Blog di Marina Mayer
vai → 

La Profezia della Stella  

 

 


Pensieri che condividiamo
Wilde-pensieri 
 Non esistono libri morali o immorali. 
I libri sono scritti bene o scritti male. 
Questo è tutto.
Altri...    —leggi 

 


Save the Children
save-the-children 
 Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 

 




FacebookTwitterLinkedIn