In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Novecento

 

novecento



Il romanzo di Alessandro Baricco nella recensione di Martina Stanziani.

 







 

Nasce come monologo teatrale, si trasforma in una lettura breve e davvero piacevole.

Novecento è una persona, un pianista. Per il mondo lui non esiste. Vive sulla nave in cui è nato e da lì non scende. Mai. Perché ha una paura assurda del mondo. Eppure il mondo lo conosce, nei minimi particolari perché lui è in grado di leggere le persone, la loro storia. E suona il pianoforte come nessuno mai prima di lui, in modo straordinario: quello è il mondo in cui lui si riconosce e vive, quello dei tasti di un pianoforte.

Una storia che ha tanto da insegnare e dona tanti spunti su cui riflettere e soffermare l'attenzione, sulla vita, sull'amicizia, sulle scelte.
Martina Stanziani


 

Novecento
di Alessandro Baricco
Feltrinelli



Chi desidera conoscere meglio Martina Stanziani, può leggere la sua biografia.

Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Lunedi, 25 Settembre 2017 06:34:43

 

Anatomia-slogan265

vai

 

editoria-digitale
vai →

 

 

aEa

vai

free-ebook

vai 

 

 

I blog di LO

Esegui Login o registrati




 


siamo qui grazie a :
AGISLAB-MI 
 


MarinaMayer sett2012

Il Blog di Marina Mayer
vai → 

La Profezia della Stella  

 

 


Pensieri che condividiamo
Wilde-pensieri 
 Non esistono libri morali o immorali. 
I libri sono scritti bene o scritti male. 
Questo è tutto.
Altri...    —leggi 

 


Save the Children
save-the-children 
 Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno