In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

La libreria degli amori inattesi

 

cover libreria amori
Michelle e Anna sono le protagoniste del romanzo di Lucy Dillon,
un “romantico” che conquista anche chi non ama il genere…









Vi piace il genere romantico?

Non è tra i miei preferiti, anzi di solito lo evito… ma ho fatto un’eccezione per La libreria degli amori inattesi e non me ne sono pentita; complice il clima vacanziero, ho assaporato il romanzo di Lucy Dillon fino all’ultima pagina, epilogo compreso.

Non vi nascondo che galeotto è stato il titolo, quando c’è di mezzo una libreria raramente riesco a sfuggire.

Così ho iniziato a leggere le avventure di Michelle e Anna, due donne molto diverse, direi agli antipodi, ma entrambe con qualche lato nascosto da scoprire.

Dopo qualche pagina, ho capito che non mi ero sbagliata, ero capitata su un libro molto godibile. E poi la vera protagonista, quella capace di calamitare tutta la mia attenzione, era la libreria.

Il romanzo si svolge in un paesotto non molto lontano da Londra: Anna ci vive da sempre, mentre Michelle vi approda per scappare da un ex-marito egoista ed opprimente.

Anne ha una famiglia molto allargata, Michelle vive sola nella sua splendida casa. Anna è tutta dedicata alla sua stramba famiglia, Michelle vive per il suo negozio di oggetti per la casa.

La vita di Michelle è tutta ordinata e organizzata nei minimi dettagli… E tutto procederà senza intoppi fino a che non prenderà in affitto il negozio accanto al suo. Si tratta della libreria di un simpatico vecchietto che ormai vive in una casa per anziani. Tutto bene, se non fosse per la clausola posta dal proprietario: il negozio deve restare una libreria per un anno.

Ma le novità nella vita di Michelle non sono finite: oltre alla libreria si trova a gestire anche il cane del simpatico vecchietto.

Vi ho già detto troppo, ma era il modo migliore per farvi entrare nell’atmosfera del romanzo.

Lucy Dillon, a mio avviso, ha due gradi pregi: saper delineare bene i personaggi, ponendo molta attenzione agli aspetti psicologici, e un grande amore per i libri.

Vi assicuro che ho trascorso ore veramente piacevoli in compagnia dei personaggi del romanzo. Mi sono divertita, commossa, arrabbiata, insomma sono andata in un mondo molto lontano dal mio.

…E non è questo che chiediamo ai nostri amici cartacei o digitali?
Buona Lettura

 

La libreria degli amori inattesi
di Lucy Dillon
Garzanti
In formato cartaceo e digitale




Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Martedi, 12 Dicembre 2017 18:59:41

 

Anatomia-slogan265

vai

 

editoria-digitale
vai →

 

 

aEa

vai

free-ebook

vai 

 

 

I blog di LO

Esegui Login o registrati




 


siamo qui grazie a :
AGISLAB-MI 
 


MarinaMayer sett2012

Il Blog di Marina Mayer
vai → 

La Profezia della Stella  

 

 


Pensieri che condividiamo
Wilde-pensieri 
 Non esistono libri morali o immorali. 
I libri sono scritti bene o scritti male. 
Questo è tutto.
Altri...    —leggi 

 


Save the Children
save-the-children 
 Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 

 




FacebookTwitterLinkedIn