In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Le ossa dei perduti

cover ossa perduti


 

 

Il nuovo romanzo di Kathy Reichs si svolge tra Stati Uniti e Afghanistan mettendo a dura prova la pazienza e le capacità professionali di Temperance Brennan.


 





Quando voglio prendere una pausa dai problemi contingenti, Temperance Brennan è una garanzia.
Il personaggio creato da Kathy Reichs mi trasporta in un mondo molto lontano dal mio, dove devo confrontarmi con serial killer e assassini. Anche se ultimamente disperazione e rabbia che pervadono il Pianeta Blu, lo rendono simile nelle atmosfere a quelle del peggior noir…

Ma torniamo a Tempe e alla sua ultima avventura che si svolge tra gli Stati Uniti e l’Afghanistan. Il romanzo, come spiega l’autrice nel prologo, è frutto della sua esperienza personale: la professione di antropologa l’ha condotta ad effettuare numerosi viaggi nella terra dei talebani. Naturalmente, come sempre accade agli scrittori, Kathy Reichs ha intrecciato la realtà con l’invenzione, tessendo una trama complessa e ricca di colpi di scena.

Come è mia consuetudine non vi racconterò la trama, accennerò solo agli ingredienti: una ragazzina sconosciuta trovata morta sul ciglio di una strada, due afghani uccisi da un soldato americano, un sordido individuo che traffica in oggetti antichi; a questo aggiungete un detective che non vuole dedicare troppo tempo alle indagini perché ha già bollato la sconosciuta come “puttana”, e la caparbia e determinazione di Tempe nel voler trovare l’assassino della giovane… Vi assicuro che arriverete alla fine del libro senza rendervene conto.
E a corollario, come sempre nei romanzi della Reichs, le vicende personali di Tempe: un ex-marito in procinto di risposarsi, un fidanzato forse diventato “ex” e la figlia in prima linea in Afghanistan.

Un neo? Finisce troppo in fretta - nonostante le 425 pagine-, lasciandovi con la voglia di iniziare subito una nuova avventura.

Ho suscitato la vostra curiosità? E allora… buona lettura.
Cassandra

Le ossa dei perduti
di Kathy Reichs
Rizzoli
In formato cartaceo e digitale


Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Martedi, 12 Dicembre 2017 18:59:26

 

Anatomia-slogan265

vai

 

editoria-digitale
vai →

 

 

aEa

vai

free-ebook

vai 

 

 

I blog di LO

Esegui Login o registrati




 


siamo qui grazie a :
AGISLAB-MI 
 


MarinaMayer sett2012

Il Blog di Marina Mayer
vai → 

La Profezia della Stella  

 

 


Pensieri che condividiamo
Wilde-pensieri 
 Non esistono libri morali o immorali. 
I libri sono scritti bene o scritti male. 
Questo è tutto.
Altri...    —leggi 

 


Save the Children
save-the-children 
 Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 

 




FacebookTwitterLinkedIn