In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

e-reader33

 


Perché e-book d.o.c.

Siamo circondati da e-book! 
Sì, siamo pieni di e-book e abbiamo le bacheche dei social zeppe di sedicenti scrittori. Se consideriamo il fatto che troppo spesso ci lamentiamo della situazione drammatica del livello culturale nel nostro Paese potremmo dire che, vista l’abbondanza di scritti e di persone che utilizzano “la penna”, forse non siamo messi così male per ciò che concerne l’esperienza intellettuale.

 

continua a leggere →

Barra-libri

Scherzetti di penna

 

punti-interrogativi
Lo scrittore non è soltanto colui che scrive una storia avvincente e appassionante, deve conoscere anche molto bene la lingua, la lingua italiana nel nostro caso. Soprattutto quando si tratta si autori indie…






Regole universali per i segni grafici. Esistono?

 

segni-di-punteggiatura

Cosa pensano i selfpublisher? Ecco quanto è emerso da una recente discussione nel gruppo coordinato da Concetta D'Orazio




Il selfpublishing: espressioni pregevoli e prodotti approssimati di scrittura

 

scrittrice antica
Concetta D’Orazio racconta come è arrivata all’autopubblicazione e dà qualche consiglio a chi muove i primi passi.






Perché e-book d.o.c.

e-reader33

 


Perché e-book d.o.c.

Siamo circondati da e-book! 
Sì, siamo pieni di e-book e abbiamo le bacheche dei social zeppe di sedicenti scrittori. Se consideriamo il fatto che troppo spesso ci lamentiamo della situazione drammatica del livello culturale nel nostro Paese potremmo dire che, vista l’abbondanza di scritti e di persone che utilizzano “la penna”, forse non siamo messi così male per ciò che concerne l’esperienza intellettuale.


Giovedi, 21 Settembre 2017 23:40:41

 

Anatomia-slogan265

vai

 

editoria-digitale
vai →

 

 

aEa

vai

free-ebook

vai 

 

 

I blog di LO

Esegui Login o registrati




 


siamo qui grazie a :
AGISLAB-MI 
 


MarinaMayer sett2012

Il Blog di Marina Mayer
vai → 

La Profezia della Stella  

 

 


Pensieri che condividiamo
Wilde-pensieri 
 Non esistono libri morali o immorali. 
I libri sono scritti bene o scritti male. 
Questo è tutto.
Altri...    —leggi 

 


Save the Children
save-the-children 
 Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno