In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

E-book, come evitare trappole e monopoli

leggere-digitale

 

 

 Amiamo leggere, letteratura saggistica e silloge poetiche.

Sentiamo parlare amici e conoscenti degli e-book, i libri elettronici, e vogliamo provare.

Qual è la corretta informazione da avere per il punto di partenza giusto? 

 

 

 

 

 

Il supporto per leggere digitale
Alcuni, per prima cosa, si pongono
il problema del supporto: quale strumento tecnologico è corretto usare per leggere un e-book? 

Un computer, un tablet, uno smarthphone...o...? 
In pochi sanno che per leggere in modo adeguato un e-book è stato realizzato uno strumento apposito: l'e-reader.

Questo NON significa che per leggere in digitale si può usare solo l'e-reader, ma è un po' come se per leggere un, caro vecchio, libro tablet
cartaceo vi foste messi in testa di farlo solo al lume di candela... Certo lo si può fare, ma poi le conseguenze sui vostri occhi... e, diciamocelo, la lettura sarebbe senz'altro poco piacevole. 
Così molti produttori hanno iniziato una ricerca tecnologica per offrire sul mercato strumenti adeguati alla lettura di e-book. Gli e-reader per l'appunto. 
Nel frattempo, ovviamente, altri produttori si sono sforzati di far passare il messaggio che per leggere e-book fossero funzionali Tablet e Smarthphone.


Una precisazione: NON è che non si possa leggere un e-book su un Tablet o su uno Smarthphone, ma si incorre senz'altro in diverse penalità, legate soprattutto a problemi visivi, visto che gli schermi dei Tablet e quelli dei cellulari (nel momento in cui scriviamo) non sono studiate per una lettura lunga, quale quella ipotizzabile di un e-book.
Comunque, a dispetto delle conseguenze... proliferano applicazioni e plugin che permettono di leggere e-book su questi supporti. Se ne trovano sia gratuite che al costo di pochi euro. Per questo si è sviluppato un mercato e quindi tendenzialmente si fa poca chiarezza su questo tema.

Gli e-reader sono poco conosciuti, e se non fosse stato per la campagna pubblicitaria di Amazon, gran parte del pubblico italiano non saprebbe neppure della loro esistenza. Tant'è che per molti Kindle (il nome dell'e-reader di Amazon) è sinonimo di e-reader. 
Allora basta comprare un e-reader è il problema è risolto? 
No.

Pensare di avvicinarsi alla lettura digitale acquistando un e-reader a caso è un altro errore tipico della scarsa conoscenza, alimentata dal marketing selvaggio di alcune aziende. 
Gli e-reader non sono tutti uguali, così come non lo sono tutti gli e-book.

Ma qui non affronteremo questioni legate alle dimensioni dello schermo, alla memoria, alla possibilità di connettersi al Web tramite il vostro Wireless o connessione dello store, si tratta sì di importanti caratteristiche che distinguono i diversi apparecchi, ma il tema per noi fondamentale è un altro... Ci riferiamo alla compatibilità dell'e-reader con i diversi formati.

 

 

Formati degli e-book e e-reader
Quando si dice e-book si usa una generalizzazione, come se dicessimo "computer", senza dare nessun'altra specifica tecnica. 
Alcuni e-reader utilizzano formati di e-book proprietari altri formati universali.

A rigore, si dovrebbe definire e-book il formato epub che è lo standard ufficiale [specifico ed aperto] indicato dall'International Digital epub logo
Publishing Forum (IDPF vai ), un organismo internazionale no profit.

Spesso, invece, si definiscono anche e-book altri formati digitali come il PDF (Portable Document Format). Un'abitudine che genera nel neofita confusione e fraintendimenti.
In genere, troviamo in commercio, e-reader compatibili con diversi formati, questo vuol dire che in linea teorica possono aprire e mostrare sul loro schermo una molteplicità di formati. Ho scritto "in linea teorica" perché la possibilità non implica una fruizione ottimale del testo.
In molti vi spiegheranno che su un buon e-reader è possibile leggere un PDF, ma allo stesso tempo ve lo sconsiglieranno "caldamente". Anch'io...
Stabilito che il formato ufficiale è l'epub, per quale motivo allora se scaricate un e-book da Amazon questo vi sarà consegnato in formato Mobi?
Cos'è il formato Mobi?
Il Mobi è il formato proprietario di Amazon, che può essere letto sull'e-reader di Amazon, il Kindle. L'azienda U.S.A. ha predisposto anche un lettore per computer che, previo collegamento al Web, vi riproporrà la vostra Biblioteca Amazon anche in locale.
Perfetto! direte voi... Sì, ma se quella che a un primo sguardo può apparire come una semplice fidelizzazione del cliente, a uno sguardo più accurato appare per quello che è: un tentativo di monopolio.
drm
Perché?
Perché se voi acquistate su Amazon un e-book formato Mobi (o Awz) e volete far leggere quel "libro" a un vostro familiare che ha un e-reader di altra marca NON potete. Quando acquistate un e-book su Amazon spesso tale file è protetto da DRM (vai alla pagina che spiega cos'è), un lucchetto che impedisce all'e-book di essere aperto con device differenti da e-reader o programmi targati Kindle.ebook

Questo è il tema che generalmente viene definito il "problema dei formati proprietari".
Lo ha fatto la catena Barnes & Noble e si sta preparando "forse" a farlo la Mondadori con il formato proprietario denominato Kepub. Detto in parole povere: a seconda dello store dove acquisterai il tuo e-book avrai un formato che potrai utilizzare su uno specifico e-reader (o Tablet).

I legislatori europei che non riescono neppure a equiparare l'IVA di un e-book (che oggi è al 22%) a quella di un libro cartaceo (che oggi è al 4%), dovrebbero rimboccarsi le maniche e capire che senza una normativa in merito, a breve, avremo il mercato dei libri digitali spartito tra Poteri commerciali, aziende proprietarie di un marchio e vari Trust legalizzati.

È un allerta che non può lasciarci indifferenti.

 

L'antitrust Made in U.S.A. 
Ecco, abbiamo capito che il punto di partenza quindi dev'essere il formato dell'e-book, è ad esso che dobbiamo prestare attenzione, quindi, anche quando acquistiamo un e-book su uno dei tanti Store online.

drm2
Da qualche tempo, anche in Italia [nonostante l'arretratezza digitale], assistiamo a una battaglia per il monopolio dell'editoria digitale, una lotta nella quale finiscono coinvolti fin troppo spesso lettori ignari e persino scrittori fai-da-te, per capirci, quelli che si autodefiniscono Self Publisher.

 

In effetti il più plateale tentativo di Trust messo in atto sul mercato dell'editoria digitale è quello che nella primavera del 2012 fu denunciato su Twitter da Bloomberg.
L'annosa storia era iniziata con Amazon che, riducendo i prezzi degli e-book all'osso, aveva cercato di affiliare i clienti al suo Kindle.
Poi erano seguiti Apple, Harper Collins, Hachette, Simon & Schuster, MacMillan e Pearson: i maggiori colossi dell'industria informatica e dell'editoria. In quest'ultimo caso, secondo gli inquirenti USA le aziende oggetto di indagine avevano, invece, alzato i prezzi degli e-book in modo artificioso per garantire agli editori la sopravvivenza nel nuovo mercato.

 

Considerando il fatto che l'Italia si autodefinisce una nazione con poca passione per il leggere, queste lotte con il coltello tra i denti per il mercato dei "libri" quantomeno da noi stupiscono...

Ma, tralasciando la storia e i retroscena che si sviluppano nel nuovo mondo dell'editoria elettronica, utilizziamo la conoscenza di questi fatti per capire che il vecchio detto "ognuno tira l'acqua al suo mulino" è sempre attualissimo...

Quindi anche quando acquistate il vostro primo e-book fate molta attenzione al formato che vi propongono, se non è epub alzate le antenne, è in corso un tentativo di discutibile "affiliazione" ai vostri "danni"... Perché tutto ciò che mi costringe a mia insaputa è un danno alla mia libertà di scelta.

 

Consiglio pratico 
Vi consiglio, quindi di iniziare a scaricarvi e-book free. Se ne trovano un po' dappertutto, e in questo caso NON è importante il contenuto ma solo il formato che vi consentirà di impratichirvi del nuovo file. Già perché in fondo un e-book è solo un file complesso [non nel senso di difficile ma in quello di articolato, composito].

Un sito no profit molto fornito è quello del Progetto Manuzio.(vai al sito di Liber Liber →)

Per leggere un e-book (praticamente di tutti i formati più diffusi) dovrete però aver installato sul vostro PC un programma: Calibre. È gratuito e compatibile Win, Mac e Linux. ( vai al sito di Calibre →)

Rammentate che se scaricate gli e-book free da store commerciali, questi potrebbero avere la protezione DRM che vi impedirà di aprirli con programmi diversi da quelli pubblicizzati dal sito. 

Dopo esservi impratichiti con gli e-book free potrete dedicarvi al primo acquisto di un libro elettronico. 

Come mai vi sto consigliando di rinviare l'acquisto di un e-reader? 
Perché Roma non si è fatta in un solo giorno e, io credo, sia importante andare per gradi.

Se acquistate un e-book su uno Store che poi non si dimostra efficiente per i vostri standard, se non vi mette a disposizione un funzionale customer care... al massimo avrete gettato via 10 euro. 
e-book
Se, invece, sarete corsi a comprare un e-reader, che magari vi lega con un "formato proprietario", allora il danno si moltiplicherà almeno per dieci (100/150 euro è la media del costo di unbuon e-reader, al di là delle scontistiche promozionali).

E acquistare un e-book è un'esperienza davvero molto affascinante...

Esistono decine e decine di Store che potete navigare e che, con una registrazione gratuita, vi consentono anche numerose interazioni. Non cedete alla pigrizia, non cadete nelle mani del primo monopolio che vi passa accanto... E ricordate, sempre, di cercare store che vendano e-book in formato epub, qualsiasi cosa accada al vostro e-reader sarà per voi più semplice rimpiazzarlo.

Accanto ai blasonati Amazon e iTunes provate a farvi un giretto su distributori e Store indipendenti, ve ne sono di generici [che offrono cioè e-book di qualsiasi genere] e specializzati in un genere o in un altro, come capitava nelle librerie un tempo.

A me piace molto UltimaBooks che vi permette ricerche incrociate, vi offre ampie anteprime degli e-book che potete scaricare e leggere con tutta tranquillità sul vostro computer ed avete inoltre la possibilità di leggere e/o recensire i testi dello Store.

Inoltre, moltissimi quotidiani, nei loro siti online, hanno riservato uno spazio agli e-book.
Insomma: navigate, cercate, scuriosate, troverete un mondo di letture.

 

e-book-publishing
Una piccola a precisazione finale sul DRM: prediligete Store e e-book senza DRM. Qualcosa inizia finalmente a muoversi anche da questo punto di vista: sino a qualche mese fa, ad esempio, Amazon vendeva solo e-book con DRM, oggi cominciano a spuntare libri senza DRM.

Noi stessi, come casa editrice, possiamo finalmente pubblicare senza DRM anche su Amazon, come già ci era possibile sulla piattaforma di Ultimabooks.

Combattere Trust e monopoli si può, iniziando a rifiutare noi stessi il guinzaglio che alcuni cercano di imporci.

E, sempre, buona lettura, comunque decidiate di leggere: cartaceo o digitale!
La Redazione 

 

 

 

 

 

Share

Commenti   

 
0 #1 Piero 2014-01-15 18:42
Grazie per la guida, davvero interessante. Credo sia sempre utile ribadire che i formati proprietari fanno solo gli interessi delle grosse aziende e limitano la libertà di azione di lettori e autori. Parimenti i DRM tutelano solo apparentemente gli autori poiché alimentano il mercato illegale degli ebook, come già avviene per il software.
Ma come al solito, molti non si rendono conto di quanto è avido il mercato.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Domenica, 22 Ottobre 2017 02:58:26

 

Anatomia-slogan265

vai

 

editoria-digitale
vai →

 

 

aEa

vai

free-ebook

vai 

 

 

I blog di LO

Esegui Login o registrati




 


siamo qui grazie a :
AGISLAB-MI 
 


MarinaMayer sett2012

Il Blog di Marina Mayer
vai → 

La Profezia della Stella  

 

 


Pensieri che condividiamo
Wilde-pensieri 
 Non esistono libri morali o immorali. 
I libri sono scritti bene o scritti male. 
Questo è tutto.
Altri...    —leggi 

 


Save the Children
save-the-children 
 Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 

 




FacebookTwitterLinkedIn